Il progetto RAPSO per l’autotrattamento chiude

Per ottenere dei risultati replicabili e creare un sistema riflessologico efficace sono necessari un approccio scientifico ed una struttura di cui non dispongo che consenta di effettuare sperimentazioni controllate e monitorate.

Il Dott. Calligaris Giuseppe era una neuropatologo che si è avvicinato alle teorie di medicina vibrazionale di Georges Lakhovsky e credo che se oggi qualcuno dovesse riprendere i suoi esperimenti dovrebbe avere una formazione medica di alto profilo, io non posso farlo poichè sono sempre stato solamente uno sperimentatore con tanta passione e poco metodo.

Siccome le catene lineari del corpo e dello spirito sono meccanismi molto delicati e sottili credo sia stato un azzardo tentare di interagire con un sistema energetico di cui non si comprende (io non comprendo) il reale funzionamento.

Ignoro se in futuro ci saranno altri sviluppi, a mio avviso potrà accadere solamente in presenza di un team di professionisti dotati di coscienza e strumentazioni adeguate.

Colgo l’occasione per salutare tutti gli sperimentatori che si sono assunti la responsabilità di provare su se stessi, in particolare saluto e ringrazio l’amico e pioniere Gianni per aver portato avanti con costanza un protocollo da lui stabilito sulla glicemia che gli ha portato beneficio (allego le sue tabelle)

Resto aperto per eventuali collaborazioni

Dal 2008 ho sperimentato con passione ma non ho mai elaborato un metodo che io abbia ritenuto definitivo o corretto, per questo motivo se qualcuno in ambito medico-scientifico avesse l’intenzione e la possibilità e volesse coinvolgermi in uno studio come collaboratore ne sarei felice.

Cordialmente,

Diego Mattarocci
diego@rapso.info

Se vuoi essere avvisat* di eventuali aggiornamenti in caso di riapertura del progetto iscriviti alla newsletter

Scroll Up