Giuseppe Calligaris: neuroscienziato pioniere della psicosomatica

Calligaris un genio dimenticato

Se avessimo 10 secondi per descrivere il genio del Dott. Prof. Giuseppe Calligaris diremmo soltanto che:

Giuseppe Calligaris sta alla riflessologia ed alla psicosomatica come Nikola Tesla sta all’elettricità ed all’innovazione tecnologica.

Per nostra fortuna gli esperimenti del Calligaris sono più facili da replicare rispetto a quelli di Tesla.

Nonostante questa relativa facilità:

  • gli studi trentennali di Giuseppe Calligaris sono stati ignorati o, peggio, derisi, dai suoi colleghi dell’epoca
  • la diffusione delle sue scoperte scientifiche è stata patrimonio di pochissimi sperimentatori nel mondo.
  • noi di R.A.P.S.O. siamo tra i privilegiati a conoscere il suo lavoro.

Il libro antico

Ci piacerebbe raccontarti che abbiamo trovato un antico manoscritto come nei migliori romanzi storico-investigativi e vorremmo dire che siamo gli unici al mondo e che…

Invece non è così.

I suoi libri sono relativamente diffusi, in Italia e all’estero.

In Germania c’è un’accademia dedicata al Dott.Calligaris ed in numerose biblioteche di Università Americane sono disponibili i suoi testi.

Sono difficili da trovare e molto costosi solamente le edizioni originali ma se ne possono avere abbastanza facilmente copie cartacee ristampate qualche decennio più tardi.

Giuseppe Calligaris La fabbrica dei sentimenti sul corpo dell'uomo
Il secondo volume de “La fabbrica dei sentimenti sul corpo dell’uomo”.
Uno di tre tomi per un totale di oltre 1200 pagine.

L’Associzione Culturale ACQUARIUS, ad uso esclusivo dei suoi soci, ne fece stampare varie copie dalla casa editrice palermitana Giannone.

Vai in qualsiasi libreria esoterica un po’ fornita e chiedi al gestore.

Il segreto di Calligaris in vendita su Amazon

Non ti basta?

In versione ebook (.epub, .mobi, .pdf) si trovano facilmente online: posso suggerirti di inziare a cercarli su Il Giardino dei Libri

In formato kindle si possono acquistare addirittura su Amazon.

Finalmente “il mondo” si sta accorgendo del Dott.Calligaris ed oggi le sue pubblicazioni stanno cominciando di nuovo a circolare grazie ai servizi di stampa on demand e di self-publishing.

Tra tutte le sue opere citiamo la tesi di laurea del neo-dottore, scritta nel 1901, perchè pone le basi, in incredibile anticipo sui tempi, delle leggi su cui oggi fondiamo la psicosomatica.

Il Pensiero che guarisce Tesi di Laurea di Giuseppe Calligaris
Disponibile anche la versione “print on demand” con copertina flessibile.

Ti invitiamo a riflettere.

qualcuno parlava di psicosomatica già 120 anni fa.

Dopo la tesi inizia subito una brillante carriera.

Per molti anni è docente di neuropatologia alla Regia Università di Roma, Facoltà di Medicina.

Nel 1927 completa i due poderosi volumi de “Il sistema motorio extrapiramidale” che da questo momento in poi saranno testi fondamentali in tutte le facoltà di medicina italiane.

Questi due tomi sono stati i capisaldi nello studio dell’anatomia e della fisiologia umana per decenni.

Un uomo di successo.

Laureato con lode.
Pioniere della psicosomatica.
Segretario del primo Congresso dei Neurologi italiani.
Ricercatore di eccellenza.
Autore di testi medici di grande livello.
Docente universitario.

Nessuno lo conosce.

Prova a chiedere al tuo dottore se sa chi sia stato il Dott. Giuseppe Calligaris. Noi non siamo particolarmente ottimisti in merito.

Tu lo conoscevi?
Siamo praticamente certi di no.

Calligaris un personaggio scomodo

Partecipa come medico al primo conflitto mondiale e pubblica l’unico libro non strettamente scientifico della sua carriera.

“Un Medico e la guerra”, dato alle stampe nel 1922.

medico medici ospedale da campo prima guerra mondiale
Foto: alamy.com

Analizza gli eventi storici con la visione clinica e psicologica che lo caratterizzerà mettendosi in contrasto con gli uomini di cultura del suo tempo.

Continua il suo lavoro presso la clinica privata che aveva fondato con il padre (anch’esso medico, chirurgo per l’esattezza) dopo essere tornato a Udine.

Rinuncia ad una brillante carriera universitaria ma prosegue le ricerche facendo susseguire numerose pubblicazioni.

Più di 20 volumi.

In questi testi Calligaris ha offerto visioni difficili da digerire per gli uomini dell’epoca con implicazioni particolarmente gravi anche per noi oggi.

In un certo senso ha dimostrato fisiologicamente la negazione del libero arbitrio. Lo ha fatto senza argomentazioni filosofiche ma con la sperimentazione.

L’argomento è scomodo e per meglio trattarlo preferiamo lasciare che siano Calligaris a parlare:

IL FANTOCCIO MECCANICO
In un mio lavoro su Le catene (Calligaris chiamava “catene lineari le linee riflessogene che aveva scoperto NdR) del corpo nei meccanismi dello spirito […] io parlavo dell’uomo considerato come un fantoccio meccanico.

Orbene, procedendo nelle mie ricerche sulle catene somatopsichiche, di giorno in giorno e di ora in ora il fantoccio umano mi appare in tutta la sua realtà di Arlecchino finto Re dell’Universo, mosso da un numero infinito di fili tirati da operatori nascosti dietro il palcoscenico del teatro della vita.

Questo ineffabile fantoccio animato, composto di una miriade di ordigni complicatissimi e di congegni delicatissimi ma perfettissimi, pensa, parla, si muove, in una parola agisce in modo diverso a seconda della temperatura, dei colori, degli odori, dei suoni che lo circondano, a seconda dei cibi che ha ingerito e dei liquidi che ha bevuto, a seconda di una compressione debole o leggera sul suo corpo da parte di una cinghia o di un bottone, a seconda dell’attitudine che assume il suo corpo o un suo solo segmento in quel momento presente […]

Tutto ciò […] era stato già vagamente intravveduto, o, come dir si vuole, sospettato dagli uomini di mente aperta. Ciò che invece rimase sempre nell’ombra, in tutto questo campo di rapporti e di correlazioni, di dipendenze fra il mondo esterno e il nostro mondo interno, fra il nostro soma e la nostra psiche, era il determinismo di tutti questi giochi riflessi, cioè erano le leggi preposte a tutti questi fenomeni biologici obbligati, concatenati, predestinati e fatali.

Giuseppe Calligaris, “La fabbrica dei sentimenti” Vol. 2, pagg. 435 -436
somatopsichica organi emozioni soma psiche psicosomatica libero arbitrio riflessologia giuseppe calligaris
“Il fantoccio meccanico” ovvero la vittoria del soma sulla psiche come spieghiamo in “Pinocchio e la somatopsichica”

Per questo motivo e per altre sue idee rivoluzionarie (tutte comprovate da migliaia di ore di sperimentazione) nel 1938 subisce una sorta di processo accademico che ne tronca la carriera ma soprattutto lo mina nello spirito, tanto che un anno dopo il Dott. Calligaris chiuderà la clinica.

Le Opere di Giuseppe Calligaris

La sua prolifica attività di pubblicazione è decisamente strabiliante.

Giuseppe Calligaris negli anni ha dato alle stampe, a proprie spese, svariati volumi.

Ci potremmo chiedere se un uomo così fosse solo un pazzo, un ciarlatano e un mitomane? La domanda è lecita ma siccome è già stata posta ai suoi tempi noi vorremmo farne un’altra.

Calligaris potrebbe essere stato un genio incompreso,deriso e poi dimenticato da tutti?

Riportiamo una bibliografia il più possibile completa delle sue opere per insinuare il dubbio che lo fosse.

  1. Il pensiero che guarisce: Tesi di laurea (facoltà di medicina e chirurgia della r. Universita di Bologna), Tipografia di D. Del Bianco, Udine, 1901
  2. Mieliti sperimentali, Tip. Nazionale di G. Bertero e C., Roma, 1909
  3. Disturbi della sensibilità di origine cerebrale a tipo segmentario, Tip. Giannotta, Catania, 1911
  4. Le psiconeurosi gastriche, F. Vallardi, Milano, 1915
  5. Un medico e la guerra, Taddei, Ferrara, 1922
  6. La neurastenia postencefalitica, Istituto editoriale scientifico, Milano, 1926
  7. Il sistema motorio extrapiramidale, Istituto Editoriale Scientifico, Milano, 1927
  8. Le Catene Lineari del Corpo e dello Spirito, Tipografia Doretti, Udine, 1928
  9. L’Universo rappresentato sul corpo dell’uomo, Istituto delle Edizioni Accademiche, Udine, 1937
  10. Le Catene Lineari del corpo, VII serie di ricerche, Associazione culturale Aquarius, Palermo, 1995; a sua volta tratto da “Rivista sperimentale di Freniatria”, vol. LII, fasc. III-IV, Reggio Emilia, 1929
  11. Perizia sullo Sconosciuto di Collegno, Tipografia del Seminario, Padova, 1929
  12. Le Catene Lineari Secondarie del Corpo e dello Spirito, Casa Editrice Luigi Pozzi, Roma, 1930
  13. Il sogno rivelatore, articolo pubblicato su “Rivista Sperimentale di Freniatria”, fascicoli III-IV, 1930
  14. La fabbrica dei sentimenti sul corpo dell’uomo, Casa Editrice Luigi Pozzi, Roma, 1932
  15. Le meraviglie dell’Autoscopia, Edizioni Luigi Pozzi, Roma 1933
  16. Telepatia e radioonde cerebrali, Hoepli, Milano, 1935
  17. Le malattie infettive, Istituto delle Edizioni Accademiche, Udine, 1938
  18. Le meraviglie della Metapsichica, Fratelli Bocca Editori, Milano, 1939
  19. Nuove meraviglie del corpo umano, Fratelli Bocca Editori, Milano, 1939
  20. Nuove ricerche sul cancro, F.lli Bocca Officina Graf. A. Saita, Milano, 1940
  21. Malattie mentali, Vannini, Brescia, 1942
  22. La delinquenza malattia mentale, Vannini, Brescia, 1942
  23. Le meraviglie della Metafisiologia, Giulio Vannini Editore, Brescia, 1944

Nonostante alcuni titoli avranno potuto lasciare il lettore a bocca aperta ed aver suscitato ironia o sospetto perchè al limite del fantasy o della fantascienza ricordiamo che il Dott. Calligaris era un neuropsichiatra ed ogni sua dichiarazione è supportata da esperimenti che l’hanno verificata.

Se da scettici vogliamo negare che tali sperimentazioni possano mai aver funzionato. Da scettici dobbiamo provare a replicarli per confutarli.

Potrebbe in effetti accadere che funzionino. Anche noi eravamo scettici un tempo: prima di vederli funzionare.

La Fabbrica dei sentimenti

Torniamo a parlare della sperimentazione del Calligaris.

Nel 1928 scopre che la stimolazione di alcune “linee” sulle mani provocano delle reazioni predeterminate nel corpo (soma) e nella mente (psiche).

copertina libro "La Fabbrica dei Sentimenti" Volume 1 di Giuseppe Calligaris
La Fabbrica dei Sentimenti – Volume I Antonio Giannone Editore, Palermo, 1986

É la Legge della Triplice Corrispondenza ovvero il “riflessopelle-organo-emozione.

Nel 1932 venne stampato il testo in tre volumi intitolato “La Fabbrica dei Sentimenti”, terza e ultima opera dedicata principalmente alle Catene Lineari.

Questo libro in particolare è importante per tutte le persone del mondo interessate alla psicosomatica.

Noi ne abbiamo una copia ed è principalmente su questi tre volumi che fondiamo R.A.P.S.O.

Riteniamo che sia davvero importante condividerne il contenuto ma non è materiale che era stato pensato per una facile divulgazione.

Sono moltissime pagine (più di 1200) scritte in un italiano non propriamente scorrevole e moderno.

Se vuoi leggerli… sii paziente!

Il tutto è scritto da un medico che per quanto si sforzasse di essere chiaro usava parole come: “chirosplancnico” (mano-viscere) e “fatianestesia” (mancanza del tatto).

Scarica i tre ebook de “La Fabbrica…”

Gratuitamente per tutti gli iscritti alla nostra newsletter…

Giuseppe Calligaris scarica dal sito mega.nz file ZIP
Scarica il file .ZIP dalla pagina di download del BONUS per iscritti.

L’ultimo desiderio del Calligaris

Nato nel 1876 in provincia di Udine (in Italia) a Forni di Sotto

Il Dott.Prof. Giuseppe Calligaris muore nel 1944, solo e in povertà.

1200x630px giuseppe calligaris 1876 1944 lapide
La frase latina “Pertransiit benefaciendo” significa “passò facendo del bene”

Cosa avrebbe voluto realizzare in vita?

La risposta è ben chiara poichè Calligaris non ne fa mistero, nei suoi scritti, numerose volte, fa appello alla comunità scientifica e non viene mai ascoltato.

giuseppe calligaris forni di sotto udine casa natale
La casa di famiglia. Oggi.

Dalle sue parole scritte, inoppugnabili come un testamento validato da un notaio, emerge una sincerità ed una trasparenza tali da non poter essere simulate.

Il riconoscimento della comunità scientifica

Invitando gli psicologi ad assistere agli spettacoli […] so che l’offerta avrebbe ben poco valore se non potessi metterli in grado di riprodurre a piacimento e da loro stessi queste meraviglie nel gran teatro delle catene lineari del corpo e dello spirito.

Incomincio intanto con avvertirli che tutti questi fenomeni non son qui teoricamente immaginati, ma vennero da me realmente determinati con 100 esperimenti metodicamente eseguiti.

[…]

Quelli che leggono i risultati delle mie ricerche sulle catene psico-somatiche non sono chiamati, per fortuna loro e mia, a discutere sopra un campo nebuloso di dottrine, di teorie e di ipotesi. Io intendo di portarli sopra la terra ferma dei fatti.

[…]
Proviamoci adunque ad illuminare i nuovi ricercatori circa il metodo di indagine con cui si possono rintracciare e segnare quest’incroci di linee primarie, longitudinali e trasversali nel grande quadrato fondamentale (intermedio) di una mano ( ved. Fig. 14 ), affinché essi possano poi riprodurre i fenomeni surricordati

[…]

Quantunque si sappia che, per la legge del minimo sforzo, è più facile per l’uomo maneggiare gli aculei della critica che cimentarsi nel travaglio dell’esperimento scientifico, pure io non posso celare la mia meraviglia nel vedere che gli psicologi, i fisiologi, i neurologi e gli psichiatri del vecchio e del nuovo mondo non hanno fino ad oggi potuto o voluto controllare quest’esperimento, che è di una semplicità e di una facilità così grande, come la mai veduta e mai concepita meraviglia del suo risultato

Potremmo proseguire con altre decine di affermazioni come questa, ma il senso pensiamo sia ormai è chiaro.

La nostra visione? Una diffusione planetaria

L’appello del Dott. Calligaris è rimasto inascoltato per quasi 100 anni.

Noi di R.A.P.S.O. abbiamo deciso di portarlo alle orecchie di tutti e di chiedere a chiunque voglia sperimentare di:

  1. divulgare queste informazioni
  2. replicare i suoi esperimenti
  3. raccogliere risultati e testimonianze

Noi desideriamo una diffusione planetaria della conoscenza che deriva dalle sue indagini sperimentali.

pianeta terra visto dallo spazio
C’è differenza tra sognatori e visionari.
I visionari realizzano ciò hanno immaginato.

Vogliamo verificare le dichiarazioni che si trovano nei suoi testi perchè supponiamo siano corrette per via della nostra esperienza personale.

12 Anni di esperienza

R.A.P.S.O. è un progretto appena nato, quindi l’esperienza che può vantare è quella dei propri fondatori: Annalisa Cervi e Diego Mattarocci.

Nel 2008  Diego Mattarocci ha il primo contatto con la rivoluzionaria scoperta del Dott. Calligaris grazie al lavoro di divulgazione di un’associazione culturale che aveva elaborato un metodo di lavoro ed un sistema riflessologico proprio.

Per i primi anni frequenta i corsi con profitto e interesse tanto da diventare consigliere dell’associazione, operatore riflessologo e insegnante contribuendo alla formazione di decine di operatori olistici in Italia.

Nel 2014 l’incontro con Annalisa Cervi. Lui si innamora di lei, anche lei di lui… e della materia.

Insieme, con una visione “più medico-scientifica” dovuta alla formazione universitaria di lei (laurea infermiestica) iniziano a porsi domande sul metodo fino a qui utilizzato cercando risposta ai quesiti emersi direttamente sui testi originali del Dott. Calligaris.

Da questi libri traggono lo spunto per elaborare R.A.P.S.O.:

  • un sistema nuovo MA fedele agli insegnamenti originali del Calligaris
  • con un approccio ed un metodo scientifici.

Per questo siamo qui a chiedere la tua partecipazione in questa ricerca che speriamo validerà la bontà del nostro approccio e che confermerà, anche se ormai postume, le ipotesi, le teorie e le scoperte del Dott. Giuseppe Calligaris.

1000 Persone trattate

Come nei testi antichi usiamo qui il numero mille nella sua valenza simbolica, per onestà intellettuale infatti dobbiamo ammettere che non abbiamo mai documentato con precisione i trattamenti e le sperimentazioni che si sono susseguite negli anni.

Certamente Diego Mattarocci ha incontrato e trattato centinaia e centinaia di persone avvicinandosi senza dubbio al migliaio, o forse superandolo.

Anche se avesse superato le mille persone trattate di certo non è un dato importante, ciò che è stato fondamentale sono le numerosissime esperienze positive ed i casi di successo.

6 commenti su “Giuseppe Calligaris: neuroscienziato pioniere della psicosomatica”

  1. Buongiorno, Caro diego sul Prof. Calligaris sul sito ho visto alcune inesattezze che mi sembrebbe giusto correggere.
    Diversamente si alimenterebbe la confusione sul Prof. Giuseppe Elia Calligaris.
    Se Vuoi ti aiuto.
    Ciao

    Rispondi
    • Ciao Gian Battista,
      mi fa piacere risentirti e sicuramente il tuo supporto è più che benvenuto.
      Non credo ci sia in Italia un altra persona che abbia il tuo bagaglio su
      biografia e bibliografia del Calligaris.

      Grazie

      Rispondi
  2. Ciao Diego, guardo con attenzione il tuo sito, e con il tuo permesso ti invierò le correzioni che secondo i miei studi sono necessari per non confondere le catene lineari con la dermoriflessologia.
    Come tu ben sai non sono la stessa cosa, anche se il buon Flavio e soprattutto Samantha sono stati molto bravi nel fare copia e incolla per il 70% e solo il rimanente 30% è farina del loro sacco.
    Calligaris nei suoi 19 libri sulle catene lineari, e sui 42 articoli sullo stesso argomento pubblicati nelle varie riviste sia nazionali che internazionali, non ha mai nominato l’applicazione di spirali sul corpo dell’uomo.
    Ci sentiamo quanto prima e buona serata.

    Rispondi
    • Mi trovi completamente d’accordo infatti

      • rapso NON è dermoriflessologia
      • dai video tutorial toglierò a breve le spirali (Calligaris era contrario al loro uso)

      Pubblicherò alcuni articoli in merito e sarò ben felice di avere anche i tuoi contenuti da pubblicare.

      Puoi mandare correzioni e integrazioni all’email diegochiocciolarapso.info

      Ti aspetto

      Rispondi

Lascia un commento

Scroll Up